LA MORTE SA LEGGERE RADDOPPIA

Avete letto bene: dal mese di dicembre prossimo, cioè tra pochi giorni, il mio storico blog italiano di cultura poliziesca raddoppierà la propria presenza su altra piattaforma.

Devo dire in verità che in un primo tempo avevo anche pensato di sopprimere il presente blog. Le ragioni erano principalmente due :

– l’impossibilità di poter vagliare il numero dei lettori dei miei articoli, cosa che era invece possibile quando la piattaforma myblogit non era agganciata a wordpress

– la difficoltà da parte dei lettori di potermi raggiungere o inserire commenti, cosa segnalatami in più occasioni da amici che avendo blog su piattaforma google, quando indirizzavano commenti a blog della stessa piattaforma o ad altre che non fossero myblog.it , ci riuscivano; in caso contrario invece accadeva non sempre o di rado. In particolare mi avevano segnalato l’impossibilità di potermi contattare direttamente via blog e pertanto lo facevano in forma privata, contattandomi via email (ma bisognava anche che io avessi loro fornito il mio indirizzo).

Poi in un secondo tempo, ragionando sul fatto che avrei fatto un torto a chi da tanto tempo mi aveva seguito sul presente blog, per di più non sapendo se gli stessi lettori mi avrebbero seguito altrove (ho visto per esempio, che a seconda delle piattaforme, gli utenti cambiano), e ragionando anche sul fatto che avrei generato un po’ di confusione, ho deciso di lasciare operativo questo blog e nello stesso tempo raddoppiarlo con analogo con stesso titolo ma piattaforma diversa, su cui posterò gli articoli nuovi, che appariranno anche qui ovviamente, ma anche via via tutti gli articoli già qui postati, in modo da allargare la fruibilità degli stessi presso fasce di lettori prima non raggiunti.

Un arrivederci a tutti, con un augurio di trascorrere serenamente le prossime festività natalizie (oramai quasi alle porte).

 

Pietro De Palma

LA MORTE SA LEGGERE RADDOPPIAultima modifica: 2016-11-29T10:56:23+00:00da lo11210scriba
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento